logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Alpago

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Maggio  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
             

Autorizzazioni paesaggistiche

AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE
(BENI AMBIENTALI)

***

A. AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA - VINCOLI

L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo e presupposto rispetto ai titoli abilitativi edilizi e deve essere acquisita preventivamente alla realizzare di interventi quando gli stessi ricadono in aree sottoposte a vincolo paesaggistico ai sensi dell'art. 134 del D.Lgs n. 42 del 22.01.2004.

I vincoli presenti sul territorio comunale sono consultabili nelle seguenti tavole:

Territorio Comune di Alpago (ex comune di Farra d’Alpago, Pieve d’Alpago e Puos d’Alpago):
· PATI: (questo il link)  -  tav. 1a, 1b, 1c (Carta dei Vincoli e della Pianificazione Territoriale);

Territorio dell’ex Comune di Puos d’Alpago (oltre alle tavole del PATI):
· Piano degli Interventi (questo il link) - Elaborato 1 (Carta dei Vincoli e della Pianificazione Territoriale);

Territorio degli ex Comuni di Farra d'Alpago e Pieve d'Alpago (oltre alle tavole del PATI):
· Piano degli Interventi (questo il link)

B. INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA E MODULISTICA

Per l'individuazione degli interventi esclusi dal procedimento di autorizzazione e per quelli soggetti alla procedura semplificata si faccia riferimento al DPR 13 febbraio 2017, n. 31 e alle circolari esplicative del MIBACT n. 15 del 17 aprile 2017 (link) e n. 42 del 21 luglio 2017 (link).

Sono previste due tipologie di procedimento per l'ottenimento dell'autorizzazione paesaggistica, a seconda del tipo di intervento:

1) procedimento autorizzatorio SEMPLIFICATO:
· di cui al Capo II del DPR 13 febbraio 2017, n. 31, in vigore del giorno 06 aprile 2017 e il quale Decreto ha abrogato il precedente DPR 9 luglio 2010, n. 139, (in vigore dal 10 settembre 2010). Entrambi i decreti sono stati emanati in ottemperanza a quanto prescritto dall’art. 146 comma 9 del D. Lgs 42/2004);
· per gli interventi di cui all'allegato B al DPR 13 febbraio 2017, n. 31 o per le istanze di rinnovo di cui all'art. 7 del medesimo decreto; · istanza corredata dalla documentazione progettuale e da una relazione paesaggistica redatta in conformità all' “allegato D” al DPR 31/2017, come stabilito dall'art. 8 del medesimo decreto.

Modulistica:

- Richiesta Autorizzazione paesaggistica procedura semplificata: (link editabile  file PDF)
- Relazione paesaggistica semplificata: (link editabile)

2) procedimento autorizzatorio ORDINARIO:
· di cui all'art. 146 del D.Lgs 22.01.2004, n. 42;
· per tutti gli interventi non assoggettati alla procedura semplificata;
· istanza corredata dalla documentazione progettuale e da una relazione paesaggistica redatta in conformità al DPCM 12.12.2005;

Modulistica:

- Richiesta Autorizzazione paesaggistica procedura ordinaria: (link editabile   file PDF)

C. MODALITÀ DI INVIO TELEMATICO  DELLE PRATICHE PER AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE

Le domande di autorizzazione paesaggistica o le istanze per accertamento della compatibilità paesaggistica e i relativi progetti devono essere presentate al SUAP/SUE attraverso un tecnico abilitato secondo la modulistica di cui al punto precedente. Le modalità di presentazione sono le seguenti:

1) ATTIVITÀ PRODUTTIVE
Invio tramite portale Sportello Unico Attività Produttive (SUAP): https://www.impresainungiorno.gov.it/

2) ALTRE ATTIVITÀ (edilizia privata residenziale)
Invio tramite mail PEC all'indirizzo: alpago.bl@cert.ip-veneto.net

Specifiche di invio:
L'invio dovrà avvenire esclusivamente da indirizzo mail PEC.
Ogni mail dovrà contenere una sola istanza o comunicazione.
Ogni file allegato (domanda ed elaborati) dovrà essere controfirmato digitalmente (formato CAdES o PadES) dal tecnico incaricato.
Gli allegati dovranno essere esclusivamente nei formati portabili statici non modificabili, che non contengano macro istruzioni o codici eseguibili. I documenti di testo o scansionati devono avere il formato “.pdf”. I file firmati digitalmente dovranno essere stati preventivamente stampati in formato pdf/A.
Gli elaborati tecnici (planimetrie, mappe etc.) inviati devono essere correttamente orientati e possibilmente conformati in modo tale da consentirne la eventuale stampa nel formato A3.
Dovrà sempre essere allegata la copia di un documento di identità in corso di validità del richiedente.
Nel caso di pagamento di diritti o tasse mediante bollettino, copia scansionata della ricevuta o attestazione dello stesso dovrà essere inclusa nella documentazione presentata per via telematica.
Nel caso di marche da bollo, il soggetto interessato provvede ad inserire nella domanda i numeri delle marche da bollo interessate, nonché ad annullare le stesse conservando gli originali, compilando l'autocertificazione di cui più sotto.

Si invita a ridurre il più possibile la dimensione dei files allegati in modo da utilizzare una unica mail PEC, ricordando che la dimensione massima non dovrà superare i 30 Mb totali.
Gli elaborati progettuali dovranno avere dimensioni tali da consentire l'agevole trasmissione e lettura da parte degli Enti. In caso di pratiche complesse (lavori pubblici, interventi rilevanti), le stesse potranno essere trasmesse con più messaggi PEC avendo cura di indicare nell'oggetto del messaggio la numerazione della mail (es. 1 di 5, 2 di 5, ecc.).
Nell'oggetto della email devono essere indicati: nome del richiedente, tipo di richiesta o procedimento. Si prega di evitare l'uso di caratteri speciali (│, \, ?, *, <, ", i,>,/,:, # !) o accenti.
Gli allegati devono riportare nel proprio nome file una sintetica descrizione del contenuto (es. domanda autorízzazione recinzione, autorizzazione modifiche prospettiche, planimetria in scala..., documentazione fotografica) e non devono contenere nella denominazione del file caratteri speciali, segni di imputazione o accenti.
Tutte le comunicazioni che verranno effettuate dal Comune al richiedente avverranno via PEC all'indirizzo da cui è pervenuta la richiesta.
Eventuali informazioni o richieste di appuntamento con l'Ufficio Tecnico potranno essere avanzate via mail (lavoripubblici.alpago@alpago.bl.it) o via telefono (0437 430315).

D. DIRITTI DI SEGRETERIA E MARCHE DA BOLLO

1) Diritti di segreteria
Le domande di autorizzazione paesaggistica presentate per mezzo posta elettronica certificata sono soggette al pagamento dei seguenti diritti di segreteria:
- Procedura semplificata: € 20,00
- Procedura ordinaria:  € 40,00
Il pagamento dovrà essere effettuato con una delle seguenti modalità:
· alla Tesoreria Comunale tramite gli sportelli bancari di Intesa San Paolo;
· sul Conto Corrente Bancario di tesoreria IBAN: IT 05 N030 6912 1171 0000 0046 357 – Intesa San Paolo, intestato al Comune di Alpago, da effettuarsi presso qualsiasi sportello di istituto bancario;
· sul conto corrente Postale servizio di Tesoreria IBAN: IT96 V076 0111 9000 01033259563 intestato a Comune di Alpago;
· con versamento con bollettino postale al n. 001033259563.
Indicare la seguente causale: Diritti di segreteria AUTP - ditta .....- opere in via ....- Fg. ...... mapp. .....
L’importo versato relativo ai diritti di segreteria non sarà restituito nei casi di ordine motivato di non effettuare l’intervento o di richiesta di archiviazione; sarà restituita la sola marca da bollo relativa al provvedimento conclusivo.

In caso di presentazione istanza per mezzo SUAP i diritti di segreteria per l'autorizzazione paesaggistica sono ricompresi nell'importo per le pratiche SUAP (€ 100,00).

2) Marche da bollo

Sono soggette a marca da bollo da € 16,00 sia l'istanza, sia l'Autorizzazione Paesaggistica.

È sufficiente allegare la seguente autocertificazione (link editabile   file PDF) contenente i numeri seriali delle marche da bollo annullate e da utilizzare esclusivamente per lo specifico documento.

E. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Riferimenti comunitari
· Convenzione europea del paesaggio, adottata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, sottoscritta a Firenze il 19 luglio 2000, in vigore dal’1 marzo 2004 e ratificata dall’Italia con la legge n. 14 del 9 gennaio 2006;

Riferimenti nazionali
· Parte Terza del D.Lgs n. 42 del 22.01.2004 e ss.mm.e ii.;
· DPCM 12.12.2005 “individuazione della documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica degli interventi proposti, ai sensi dell'articolo 146, comma 3, del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio di cui al Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42" (G.U. n. 25 del 31 gennaio 2006);
· DPR n. 31 del 13 febbraio 2017 “Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata”;
· Circolare n. 15 del 17 aprile 2017 del MIBACT;
· Circolare n. 42 del 21 luglio 2017 del MIBACT.

F. INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento europeo (UE) 2016/679 (di seguito GDPR), e in relazione ai dati personali di cui lo studio entrerà nella disponibilità con l’affidamento della Sua pratica, Le comunichiamo quanto segue:
· i dati personali ed anche sensibili forniti, verranno trattati per le finalità istituzionali volte allo svolgimento e conclusione del procedimento dei cui trattasi;
· il conferimento dei dati è obbligatorio;
· il mancato conferimento dei dati comporta l'improcedibilità;
· il trattamento dei dati avverrà presso il Comune di Alpago con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità; i dati potranno essere comunicati ad altri enti pubblici o a soggetti privati o diffusi esclusivamente nei limiti previsti da norme di legge;
· potranno essere esercitati, in ogni momento, e rivolgendosi al responsabile sotto indicato, i diritti di cui all'art. 17 e 18 del GDPR nei confronti del titolare del trattamento e in particolare il diritto di conoscere i propri dati personali, di chiedere la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione di dati erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi;
· titolare del trattamento è il Comune di Alpago; responsabile del trattamento è il responsabile dello S.U.E. o dello S.U.A.P.

 


P.Iva IT 01184740254
PEC: alpago.bl@cert.ip-veneto.net